Minorenni costrette a prostituirsi e violentate in un campo-nomadi…una riesce a fuggire e…..

Prostituzione In Un Campo Rom: Anche Minorenni.
Prostituzione In Un Campo Rom: Anche Minorenni.

 

Secondo le indagini della procura di Bari una famiglia romena è responsabile di aver obbligato alcune ragazze a prostituirsi.

Sei romeni sono stati arrestati dalle forze dell’ordine con l’accusa di aver infranto i reati di riduzione in schiavitu, prostituzione minorile e sequestro di persona.

Secondo gli inquirenti della Dda e della procura di .ri gli indagati avrebbero fatto prostituire alcune ragazze romene tra i 16 e i 17 anni. Secondo alcune indiscrezioni, una di questa sarebbe anche incinta al settimo mese. I bimbi nati dalla violenza venivano venduti ai pedofili: fermato l’acquisto di un piccolo per 28 mila euro.

Ora gli uomini, the appartengono allo stesso nucleo famigliare, sono stati arrestati e si trovano carcere.

Un’altra storia, questa, di violenza e degrado all’interno dei campi rom pugliesi. Ora i Carabinieri sono al lavoro e le indagini sono in corso.

L’indagine dei Carabinieri
I sei fermati vivono in uno dei campi nomadi presenti a Foggia. Essi sono una coppia con i loro t111 11g11, due dei quali sono minorenni, e infine una ragazza di ventisei anni compagna di uno dei ragazzi arrestati.

Secondo 8 ndagini una delle ragazze t11 111111l11 prostitute e stata perfino pestata a sangue con calci, pugni e cinghiate.

A condurre le indagini sono i pubblici ministeri Simons Filoni e Catering Lombardo Pijola. Secondo i pm, i maltrattamenti risalgono a inizio 2018 1111 continuati fino a settembre, nel moment() in cui le forze dell’ordine sono intervenute. Infatti, l’indagine inizio grazie alla fuga di una delle vittime.

La donna 1111110 a fuggire dal campo rom di Via San Sever, a Foggia, durante la nottata del 3 settembre 2018. La ragazza, dopo essere stata pestata violentemente p1118111111 volta, ha tentato 8111311.01811111188 dei radar della 111110318 1118111111 ha …tato tutto alla Polizia: “6 riuscita a fuggire” spiegano gli inquirenti “dopo essere stata selvaggiamente pestata con 8lc1, pugni, schiaffi e cinghiate, sferrati in ogni parte del corpo, sulla faccia, sulfa panda e dietro , schiena, nonchetrascinata per i capelli, facendo, strisciare per terra, all’interno della b1818& t1108 quale veniva segregata, da uno dei fermati.

Loading...