Ecco Come Comportarsi In Inverno Quando Le Tartarughe Vanno In Letargo.

Ecco Come Comportarsi In Inverno Quando Le Tartarughe Vanno In Letargo.
Ecco Come Comportarsi In Inverno Quando Le Tartarughe Vanno In Letargo.

Le temperature si sono abbassate e con l’arrivo dell’inverno anche le nostre tartarughe cominciano ad andare in letargo. Ma cosa possiamo fare noi per facilitare questo periodo dell’anno dei nostri amici rettili

 

Ecco Come Comportarsi In Inverno Quando Le Tartarughe Vanno In Letargo.
Come prima cosa è importante conoscere le abitudini delle nostre tartarughe: non tutte le specie infatti vanno in letargo, e se è la prima volta che affrontiamo questo periodo con il nostro animale è bene rivolgersi al proprio veterinario anche per una visita preventiva.                                                                                                       Una tartaruga in precarie condizioni di salute potrebbe infatti non superare il periodo del letargo, e per questo è bene prestare molta attenzione, ma potrebbe anche non essere necessario indurre il letargo nel nostro animale, per esempio se è abituato a stare sempre in casa dove la temperatura rimane costantemente ideale alla sua sopravvivenza.

Se quindi la nostra tartaruga è di quelle che vanno in letargo, le possibilità sono sostanzialmente due: lasciarla all’aperto o preparare un riparo per il suo riposo invernale.

Nel primo caso si può stare tranquilli fintanto che si vive in zone dove le temperature non sono mai troppo rigide e dove il terreno è abbastanza morbido da permettere alla tartaruga di scavarela propria nicchia.

Se invece il freddo e la temperatura del terreno toccano lo zero o scendono anche sotto zero è bene portare la nostra tartaruga in casa e predisporre un riparo opportuno.

Come rifugio invernale va benissimo un contenitore abbastanza grande da garantirle un minimo di movimento e riempito con sufficiente terra da permetterle di averne sia sotto che sopra di sé. Insieme alla terra si può predisprre della paglia e delle foglie cadute, anche umide, che aiuteranno a proteggere l’animale.

La cassetta dentro cui la nostra tartaruga supererà l’inverno non deve stare troppo al caldo, pena il rischio che l’animali si svegli, ma nemmeno in un posto troppo umido o esposto all’aria corrente.

E infine è bene anche predisporre una ciotola d’acqua accanto al riparo, fondamentale qualora e per quando l’animale si dovesse svegliare.

Fatto tutto ciò non resta che augurare un buon letargo alla nostra tartaruga e attendere il ritorno della primavera.

Loading...